Le grotte di Frasassi

Il comune di Genga situato a pochi chilometri dal confine con l’Umbria,  appartiene alla provincia di Ancona, si estende per gran parte del suo territorio all’interno del Parco Naturale Regionale di Frasassi, ed è noto soprattutto per la presenza delle Grotte di Frasassi, ovvero  uno dei paesaggi sotterranei tra i più belli ed interessanti al mondo dal punto di vista morfologico.

Le Grotte di Frasassi si estendono all’interno del Parco naturale della Gola Rossa e di Frasassi, e sono tutta una serie di cunicoli, grotte e gallerie freatiche, intercapedini ed anfratti, che si intersecano tra di loro, dando origine ad un vero e proprio labirinto nel cuore della montagna, che per decenni ha custodito in gran segreto questo inestimabile tesoro d’architettura, infatti l’attuale ingresso, fu scoperto solo nel 1971, grazie ad un team di speleologi del gruppo CAI di Ancona.

All’interno delle Grotte di Frasassi non esiste alcuno spiraglio di luce naturale, l’illuminazione tendente al bianco, proprio per non creare falsi riflessi e tanto meno sprigionare calore che potrebbe compromettere la vita degli elementi del paesaggio è artificiale, per permettere ai numerosi turisti di ammirare ogni singolo particolare.

Le grotte di Frasassi sono tutte di origine carsica, il loro paesaggio è caratterizzato dalla presenza di  stalattiti, vere sculture che scendono dal soffitto delle grotte, e di stalagmiti, anch’esse notevoli che salgono dal basso verso l’alto.

Queste  imponenti formazioni sempre in evoluzione, sono il risultato della continua azione di erosione che l’acqua ha esercitato sulla roccia nel corso di milioni di anni, goccia dopo goccia; inoltre l’acqua va ad incrementare il livello dei piccoli laghi, presenti sul terreno, che a loro volta la fanno scendere verso i piani bassi, dando origine a nuove formazioni.

Oggi il visitatore ha la possibilità di ammirare opere uniche nel loro genere, dalle forme e dimensioni del tutto casuali, spesso molto strane, tanto che a molte di queste formazioni è stato dato un nome, proprio in base al loro aspetto esteriore.